Dopo tutto, da dove viene la coppa del mondo?

Di: Marco Vinicio

La coppa del mondo è un evento che attira milioni di persone ogni quattro anni. Ma dopotutto, da dove viene questo popolare evento? In questo articolo esploreremo la storia della coppa del mondo e scopriremo come è diventata quello che è oggi!

La storia della Coppa del Mondo

La storia della coppa del mondo è piuttosto interessante. Tutto iniziò nel 1904, quando il presidente dell'Uruguay, José Batlle y Ordóñez, ebbe l'idea di creare un campionato mondiale di calcio. L'idea era di promuovere lo sport in Uruguay e anche in America Latina.

Batlle y Ordóñez ha invitato il presidente del Cile, Pedro Montt, a partecipare al torneo e insieme hanno inviato un telegramma al presidente della Federcalcio internazionale (FIFA), Robert Guerin, chiedendogli di prendere in considerazione lo svolgimento dell'evento. A Guerin l'idea piacque e si mise al lavoro per organizzare il torneo.

La prima Coppa del mondo di calcio si tenne in Uruguay nel 1930 e vide la partecipazione di 13 paesi: Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Paraguay, Perù, Uruguay e Venezuela (gli altri sei paesi erano: Germania, Stati Uniti, Francia, Messico, Jugoslavia e Romania).
L'Uruguay ha vinto la prima edizione del torneo, battendo in finale l'Argentina per 4-2.

Da allora, la coppa del mondo si tiene ogni quattro anni (con poche eccezioni dovute alla seconda guerra mondiale). Dal 1950 in poi, il numero dei paesi partecipanti è aumentato e, attualmente, sono 32 le squadre che si contendono il titolo mondiale.

La coppa del mondo è uno degli eventi sportivi più importanti al mondo e riunisce milioni di persone in tutto il pianeta.

Il primo campionato del mondo

Il primo campionato mondiale di calcio si svolse in Uruguay, nel 1930. Alla competizione parteciparono in tutto 13 paesi e la finale fu vinta proprio dall'Uruguay.

Coppe nelle Americhe

La coppa del mondo è un torneo internazionale di calcio che si svolge ogni quattro anni. Il primo campionato si è svolto in Uruguay, nel 1930, e da allora l'evento si è svolto in diversi paesi ad ogni edizione. Il Sud America ha avuto l'onore di ospitare la coppa per la prima volta nel 1930, e da allora il continente americano ha ospitato altre 9 edizioni della competizione (comprese le due che si sono svolte in Brasile, nel 2014 e nel 2018).

In totale, 12 paesi americani hanno già ospitato la Coppa del Mondo: Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Messico, Perù, Uruguay, Venezuela e Stati Uniti. Tra questi, il Brasile è il paese che più spesso ha ospitato l'evento, seguito da Stati Uniti e Messico.

In giro per l'Europa

La storia dei Mondiali è, infatti, una storia di ripartenze successive. La prima edizione del torneo, tenutasi nel 1930, fu un'iniziativa dell'Uruguay, che era stato campione olimpico nel 1928. L'idea era quella di promuovere il calcio come sport internazionale e quindi attirare più turisti. Il piano ha funzionato: 16 paesi hanno partecipato alla prima Coppa del Mondo.

Dopo la seconda guerra mondiale, il continente europeo conobbe un lungo periodo di instabilità politica ed economica. Di conseguenza, la Coppa del Mondo ha avuto la sua importanza ridotta e si è svolta solo due volte in Europa nel 1950 (Italia) e nel 1958 (Svezia). Negli anni successivi il torneo si è svolto nuovamente nel continente solo nel 1974 (Germania), quando l'economia era già più stabilizzata. Da allora è uscito dal continente solo una volta, nel 1986 (Messico).

Dalla sua prima edizione, la Coppa del Mondo ha avuto come grandi campioni i seguenti paesi: Brasile (5), Germania (4), Argentina e Uruguay (2) e Italia e Francia (1). Sebbene il torneo si sia esteso a tutto il mondo, queste nazioni sono quelle che hanno vinto il maggior numero di titoli internazionali.

I Mondiali in Brasile

Dalla prima edizione della coppa del mondo, nel 1930, il torneo non si è disputato una sola volta. Il Brasile ha una grande importanza nella coppa, poiché ha ospitato lo stesso numero di volte ed è ancora il più grande campione.
Nel 2014 i mondiali si sono svolti in Brasile. C'erano 12 città per ospitare le partite, sono: Belo Horizonte, Brasilia, Cuiabá, Curitiba, Fortaleza, Manaus, Natal, Porto Alegre, Recife, Rio de Janeiro e Salvador. Lo stadio che ha ospitato la finale del torneo è stato il Maracanã (RJ).

I Mondiali 2014 hanno promesso tante sorprese per gli amanti di questo meraviglioso sport!

Conclusione

La coppa del mondo è uno degli eventi sportivi più popolari al mondo. È un simbolo di patriottismo e competizione, dove l'intera nazione si riunisce per tifare per i suoi giocatori in cerca di un titolo.
La Coppa del Mondo è anche un momento in cui si fa la storia. Atleti, paesi e tifosi di ogni continente accorrono per assistere alle grandi partite, e quelli in TV o allo stadio possono assistere ad alcuni dei momenti più emozionanti della storia dello sport.

Con ogni nuova edizione, la coppa del mondo continua a crescere in popolarità e importanza. È un evento che merita di essere visto in diretta dagli appassionati di calcio di tutto il mondo.

Dopotutto, ti è piaciuto saperne di più? Raccontacelo qui nei commenti e
non dimenticare di condividere con i tuoi amici e familiari.

Vuoi saperne di più? Entra nel nostro blog e scopri di più
informazione!

PRECEDENTE

Un paese deve ospitare una coppa del mondo?

PROSSIMO

I fulmini possono raggiungere oltre 300 km/s

plugin WordPress premium