Un paese deve ospitare una coppa del mondo? - GeekClub - Il club a cui ogni nerd vuole entrare

Un paese deve ospitare una coppa del mondo?

Di: Marco Vinicio

La rosa della FIFA per la Coppa del Mondo 2026 sarà la prima a presentare 48 squadre, aumentando così il numero di partecipanti rispetto alle precedenti edizioni. Anche il processo di candidatura è in fase di rinnovamento e, per la prima volta nella storia, i paesi del Nord, Centro e Sud America potranno candidarsi per ospitare la competizione.
Per candidarsi, un paese ha bisogno di:
– Una federazione calcistica nazionale riconosciuta dalla FIFA;
– Uno stadio con una capacità di almeno 40.000 persone;
– Almeno cinque stadi con una capacità di 40.000 persone, se il paese è candidato a organizzare la Coppa del Mondo femminile.

[IT] Forma nell'art

Unisciti al nostro Lista VIP
Ricevi gratuitamente le migliori opportunità per te.
ATTENZIONE: Posti limitati

Cos'è la Coppa del Mondo?

La Coppa del Mondo è il più grande torneo internazionale di calcio maschile al mondo, organizzato dalle sei principali confederazioni calcistiche. Si tiene ogni quattro anni, con 32 squadre partecipanti, divise in 8 gironi da 4. La finale è giocata da due squadre, il vincitore è il campione del mondo.
La Coppa del Mondo 2018 è stata la 21a edizione del torneo, svoltasi in Russia. Il prossimo sarà nel 2022, in Qatar.

I diversi paesi che hanno ospitato la Coppa del Mondo

La selezione FIFA si tiene ogni quattro anni e, dal 1930, la Coppa del mondo di calcio maschile è stata la coppa del mondo più prestigiosa del pianeta.

La responsabilità di ospitare questo evento è grande, poiché oltre a uno stadio con una capacità di almeno 60.000 persone, il Paese deve disporre di buone infrastrutture alberghiere e di trasporto, nonché di sicurezza per tutti i visitatori.

Dalla prima edizione della competizione, nel 1930, solo otto paesi diversi hanno ospitato la Coppa del Mondo. Sono: Brasile (1930, 1950, 2014), Italia (1934, 1938), Svizzera (1950), Germania (1974), Argentina (1978), Messico (1986), Stati Uniti (1994) e Corea del Sud/Giappone ( 2002).

Il Brasile e la Germania sono gli unici paesi che sono stati campioni due volte di fila. Il Brasile è anche l'unico paese ad aver ospitato la competizione tre volte. La Russia è stata l'ultima ad ospitare, nel 2018 e Quattar sarà il prossimo.

Pro e contro di un Paese che ospita i Mondiali

La Coppa del Mondo è considerata il più grande evento sportivo del mondo e ospitare questa competizione coinvolge molti fattori. I Paesi che intendono candidarsi per ospitare i Mondiali devono soddisfare alcuni criteri stabiliti dalla FIFA, come avere stadi con una capacità di almeno 60.000 persone, oltre ad hotel e altre infrastrutture necessarie per ospitare giocatori, allenatori e giornalisti che provengono da tutto il mondo.

Inoltre, i paesi devono avere un piano finanziario ben definito, poiché ospitare una Coppa del Mondo è costoso. Il Brasile, ad esempio, ha speso più di 11 miliardi di US$ per i preparativi per la Coppa del Mondo 2014, un importo che ha superato le stime iniziali di quasi 50%.

Nonostante i costi, ci sono molti paesi che vogliono ospitare la Coppa del Mondo. Ciò è dovuto ai benefici che un evento di questa portata può portare a un Paese, come l'aumento del turismo, la visibilità internazionale e gli investimenti nelle infrastrutture.

Tuttavia, ospitare una Coppa del Mondo può anche comportare alcune sfide. I paesi ospitanti devono affrontare la pressione di organizzare un evento perfetto, oltre a problemi finanziari e logistici. C'è ancora il rischio di proteste e violenze durante la competizione, come accaduto in Brasile nel 2014.
Nel complesso, ospitare una Coppa del Mondo è un'impresa costosa e complicata, ma che può portare molti vantaggi a un paese: deve solo essere preparato ad affrontare le sfide.

Quali sono i requisiti per un paese per ospitare la Coppa del Mondo?

I requisiti per un paese che ospita la Coppa del Mondo sono piuttosto impegnativi e includono un'adeguata infrastruttura di stadi, hotel, strade di accesso e trasporti. Inoltre, il Paese deve presentare un piano di sicurezza per garantire la sicurezza dei visitatori e degli atleti durante l'evento.

Come avviene la scelta di ospitare i mondiali

Per ospitare una coppa del mondo, un paese deve superare un rigoroso processo di selezione. Il Comitato Esecutivo della FIFA analizza tutte le domande e sceglie le migliori opzioni.

Il criterio più importante è la capacità del paese di ospitare un evento di successo, tenendo conto di fattori quali le infrastrutture sportive, la logistica e la capacità di accogliere i visitatori. Vengono presi in considerazione anche altri criteri, come la situazione politica e sociale del paese e la sua storia con il calcio.
L'ospite della coppa del mondo viene scelto circa 8 anni prima dell'evento, in modo che il paese selezionato abbia abbastanza tempo per prepararsi.

La scelta avviene tramite sorteggio, dopo la selezione dei candidati.
Il processo inizia con un elenco di possibili sedi, che si riduce a un numero più gestibile. Il Comitato Esecutivo della FIFA analizza quindi tutte le domande e sceglie le migliori opzioni. Infine, il posto viene scelto attraverso una lotteria.

Dopotutto, ti è piaciuto saperne di più? Raccontacelo qui nei commenti e
non dimenticare di condividere con i tuoi amici e familiari.

Vuoi saperne di più? Entra nel nostro blog e scopri di più
informazione!

Foto dell'autore

PRECEDENTE

Il significato di ogni numero sulle maglie dei Mondiali

PROSSIMO

Dopo tutto, da dove viene la coppa del mondo?

plugin WordPress premium